venerdì 23 settembre 2011

Gamberetti Tartine in Pasta Sfoglia

Gamberetti Tartine in Pasta Sfoglia - http://cucinainmusica.blogspot.com
Dall'antipasto al secondo e, perchè nò, al piatto unico, la differenza stà solo nella porzione da piccole tartine a generose fettone!


Per 3 tartine da 10 cm circa

Ingredienti:
la pasta sfoglia necessaria per fare le 3 basi
9 gamberetti (o mazzancolle o gamberoni) per il Top delle tartine
18 gamberetti da tagliare a pezzettini
6 cucchiai da tavola di ricotta fresca
1/2 cucchiaino di sale
un pochino di senape dolce
1 cucchiaio di latte
1 uovo
9 fagiolini lessati
3 carotine lessate
qualche filo di erba cipollina
qualche rametto di prezzemolo

e se tollerato dell'aglio

Procedimento
Preparare le tre forme di pasta sfoglia e bucherellare il fondo (mettere un disco di carta forno sul fondo).

Cuocere i gamberetti (qui ho usato le mazzancolle) se sono fresche procedere come da video (pagina Videotutorial) per eliminare il budello; se si tratta di pesce già cotto occorre incidere sul dorso ed asportare il filo nero dell'intestino.

Cuocere per alcuni minuti, diventeranno rosa, sgocciolare l'acqua e togliere il carapace.
Conservare per ogni porzione tre gamberetti e tritare grossolanamente il resto.

In una scodella riunire tutti gli ingredienti: la ricotta, il sale la senape, il latte, l'uovo, l'erba cipollina tritata ed il prezzemolo,le verdure tagliuzzate a pezzettini e i gamberetti tritati.

Distribuire il composto nelle formine e cuocere in forno preriscaldato a 210 °C per 15 minuti, poi abbassare a 180°C e proseguire la cottura ancora per 20 minuti.

domenica 18 settembre 2011

Brioches Girelle alla Crema di Limone

Brioches Girelle alla Crema di Limone - http://cucinainmusica.blogspot.com/
Soffice soffice e golosissima la brioche con la crema al limone!

Questa quantità rende circa  16 brioches.

Ingredienti

per l'impasto
400 g farina 00 + 50 circa per il tavolo di lavoro
25 g di lievito di birra fresco
2 uova
100 g di burro ammorbidito
125 g di zucchero semolato
125 g di yogurt greco (qui la ricetta)
60 g/ml di acqua tiepida
scorza grattugiata di 1 limone
1 pizzico di sale

per la Crema al limone
350 g di latte
100 g di zucchero semolato
2 limoni scorza e il succo di 1 limone
2 rossi d'uovo
50 g di farina 00


Metodo per la crema al limone

1. Portare ad ebollizione il latte con 20 g di zucchero e la scorza dei limoni, poi filtrare.
2. Unire ai 2 rossi d'uovo lo zucchero, 80 g, e la farina, 50 g. e sbattere per omogeneizzare bene.
3. Incorporare poco per volta il latte filtrato, aggiungere il succo di limone, e riportare sul fuoco per addensare, girare senza mai abbandonare il composto, serviranno circa 15 minuti, da quando bolle la crema considerare circa 3 minuti. Travasare in un contenitore freddo (meglio se tenuto un pochino in frigorifero) coprire con pellicola e far raffreddare completamente.

Metodo per l'impasto
A. Sciogliere il panetto di lievito di birra con i 60 g di acqua tiepida e 5 g di zucchero, Aspettare una decina di minuti e comunque fino a quando il lievito si è attivato con una bella schiuma.
B. In una scodella miscelare lo yogurt con lo zucchero, 120 g, un pizzico di sale e la scorza del limone.
C. Preparare l'impasto unendo al lievito, che abbiamo attivato, tutta la farina e le 2 uova.
D. Aggiungere la miscela con lo yogurt e da ultimo incorporare il burro ammorbidito.
E. Lavorare l'impasto per qualche minuto, cospargerlo di farina formando una palla e coprire per farlo lievitare , deve raddoppiare, circa 2 ore.
F. Riprendere l'impasto trasferendolo sulla spianatoia ben infarinata, sgonfiarlo, dare due giri di pieghe e rimetterlo a lievitare coperto da una scodella rovesciata, per 15 minuti.
G. Ora l'mpasto è pronto per essere steso con il mattarello, infarinare bene e tirarlo per formare un grande rettangolo.
H. Distribuire sulla pasta la crema pareggiandola con una spatola, tenere un bordo libero, nel senso della lunghezza.
I. Spennellare con bianco d'uovo sbattuto tutti i bordi e saldare bene.
L. Tagliare delle porzioni di circa 4 cm di girelle e metterle in verticale (in piedi) su di una placca da forno rivestiva con carta da forno.
M. Coprire e far lievitare per 45 minuti.
N. A questo punto infornare in forno preriscaldato a 180°C, per 35- 40 minuti
O. Cospargere con zucchero a velo e far raffreddare.

Per la lavorazione vedere anche questo Post: 
Link http://cucinainmusica.blogspot.com/2011/05/pane-soffice-o-brioches.html


NB: la ricetta della crema è stata modificata.


mercoledì 14 settembre 2011

Yogurt Greco Homemade

Yogurt Greco Homemade - http://cucinainmusica.blogspot.com/


Mai avrei potuto pensare che farlo in casa fosse così facile!

Di Yogurt Greco ne acquisto moltissimo, lo uso in varie preparazioni.

Ora trovo al supermercato anche il latte di capra (il suo yogurt ha un gusto più deciso e ricco rispetto a quello fatto con il latte vaccino o di mucca) ma, per ora, ho qualche difficoltà a reperire quello di pecora (lo yogurt Greco, di solito, viene preparato con latte di pecora), ma chissà, con il tempo …. forse!

Per la procedura generale fare riferimento al mio Post YOGURT HOMEMADE.

Per fare lo YOGURT compatto come quello Greco: occorre prolungare l'ebollizione del latte per 15 minuti, così facendo, si concentrerà, perdendo una parte della sua acqua, e ci darà uno yogurt cremoso e molto compatto, evitando così la noiosissima procedura della filtrazione; il prodotto ottenuto è così sodo che mettendo il bicchiere sotto-sopra lo Yogurt non cade!

Per le fasi di preparazione procedere come indicato nel precedente Post.

Ho osservato che la temperatura ideale per l'aggiunta dello yogurt starter, già tenuto a temperatura ambiente per riattivare i fermenti, (1 vasetto per ogni litro di latte) è di 47°C, con l'inserimento dello starter si abbassa a circa 45°C, se và troppo al di sotto mettere il tegame un secondo sulla fiamma e girare per amalgamare bene: il range suggerito è di 42°C-47°C, con la temperatura più alta il prodotto risulta leggermente più acidulo.

domenica 11 settembre 2011

Pasta Penne al Salmone


Pasta Penne al Salmone - http://cucinainmusica.blogspot.com/


Ingredienti considerando 3 porzioni:
210 g di Penne o altra pasta corta a piacere
300 g di Salmone fresco a cubetti
3 zucchine piccole tagliate a julienne
1 scalogno piccolo
5 foglie di basilico fresco
qualche fogliolina di timo
alcuni rametti di prezzemolo
olio extravergine d’oliva
sale e pepe
2 cucchiai da tavola di formaggio Philadelphia, meglio se è al salmone

Procedimento

Mentre si cuoce la pasta, in abbondante acqua salata, iniziare la preparazione del condimento.

In una padella far dorare delicatamente lo scalogno con l’olio d’oliva e aggiungere le zucchine, farle cuocere e, se si asciugano troppo, mettere qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta.

Quando le zucchine sono pronte toglierle dal tegame e nella stessa pentola far cuocere i cubetti di salmone, per cuocere utilizzeremo il sughetto che avranno lasciato le zucchine.

Appena il salmone avrà cambiato di colore, da tutti i lati, aggiungere le zucchine cotte, i due cucchiai di formaggio philadelphia e amalgamare bene.

Quando la pasta è cotta, ma la terremo un pochino al dente, la sgoccioliamo dall'acqua e la versiamo sul condimento, continuando a cuocere ancora per qualche minuto.

A cottura ultimata unire il trito di erbe fresche, prezzemolo timo e basilico, e servire.

venerdì 9 settembre 2011

Bruschetta


Bruschetta - http://cucinainmusica.blogspot.com/


 Un'antipasto veloce fresco ed economico; uno stuzzichino che colora le nostre tavole non solo in estate, infatti, preparando i filetti di pomodoro e conservandoli sottovetro, li possiamo gustare anche a Natale!

Ingredienti

Pane tostato o abbrustolito
Pomodori a filetti (vedi ricetta qui)
basilico
prezzemolo
timo (sia fresco che secco)
origano
rucola
olio d'oliva
sale
a chi piace del peperoncino
a chi piace l'aglio

Preparazione del pane
Tagliare il pane a fette (ideale il Pane Toscano, che è senza sale, o il Pugliese che ha fette grandi), per la tostatura, passarlo o al tostapane oppure nel forno con la funzione grill o al microonde con la funzione crisp.

Alcuni, dopo la tostatura del pane, passano lo spicchio d'aglio velocemente sulla crosticina tostata della fetta di pane per lasciare il sapore e il profumo dell'aglio (qui noi non lo mettiamo).

Preparazione del condimento
In una scodellina mettiamo i filetti di pomodoro tagliati a quadretti, tutti gli aromi tritati: basilico, prezzemolo, timo, origano, rucola e il sale, condiamo con olio extravergine d'oliva e misceliamo bene prima di distribuirlo sulle fette di pane.

Per mantenere il pane ben croccante metteremo il condimento prima di servirlo.

Ricetta di Horas

Pasta con Filetti di Pomodoro

Pasta con Filetti di Pomodoro - http://cucinainmusica.blogspot.com/


Si può consumare sia calda che fredda.

Occorrente
Pasta usiamo il tipo a farfalla
Filetti di pomodoro (la ricetta qui)
basilico
prezzemolo
timo (sia fresco che secco)
origano
olio d'oliva
sale
a chi piace del peperoncino


Preparazione
In una scodella mettiamo i filetti di pomodoro tagliati a quadretti, tutti gli aromi tritati: basilico, prezzemolo, timo, origano e il sale, condiamo con olio extravergine d'oliva e lasciamo a marinare mentre cuciniamo la pasta.

Appena pronta la pasta la buttiamo, quando è ancora bollente, sulla salsa, giriamo per condire bene e serviamo con del formaggio grattugiato.

Se la vogliamo consumare fredda, dopo aver scolato e fatto intiepidire la pasta, la uniamo ai pomodori e conserviamo il tutto in frigorifero fino al momento del suo uso.

sabato 3 settembre 2011

Pomodoro Filetti e Passata


Pomodoro Filetti e Passata - http://cucinainmusica.blogspot.com


E' tempo di conserve e i pomodori, nei mesi di luglio e agosto, sono maturi e pronti per essere preparati per l'inverno.

Preparo due diversi tipi di prodotto partendo da un'unica lavorazione:
  1. i FILETTI, da usarsi per la bruschetta, per condire la pasta sia fredda che calda, da mettere sopra alla pizza, ecc. , mentre con i resti di questa lavorazione preparo
  2. la PASSATA di pomodoro, una salsa già pronta per ogni tipo d'uso

Occorrente
Pomodori tipo perini, San Marzano, dalla polpa soda e ben matura.
Foglie di basilico
Olio d'oliva
Vasi in vetro per lo stoccaggio

Preparazione
Mettere in una capace pentola dell'acqua e portarla ad ebollizione.

Lavare i pomodori e praticare un'incisione a croce nella punta del pomodoro (quella opposta al lato del picciolo, dove c'è l'attaccatura) e tuffarli nell'acqua bollente per 3 minuti poi sgocciolarli e procedere alla pelatura.

Togliere la pelle, che con il caldo si sarà sollevata, e aprirli nel mezzo, nel senso della lunghezza, levare tutti i semi e separare i filetti semplicemente “strappandoli” con le mani.

Pomodoro i Filetti  - http://cucinainmusica.blogspot.com
La buccia (che avrà ancora della polpa attaccata) e i semi con il loro succo, insomma tutto “lo scarto” metterlo in una pentola, aggiungere qualche pomodoro intero o anche quelli leggermente macchiati, che abbiamo scartato per fare i filetti, mettere dell'olio d'oliva, delle foglie di basilico e far cuocere per concentrare la salsa (circa un oretta).

Passare con il “passa-salsa” per eliminare i semi e la buccia, considerando che la parte che tinge di rosso il sugo si ottiene proprio dalla polpa del pomodoro più attaccata alla pelle; cercheremo quindi di pressare molto bene le bucce per ottenerne quanto più è possibile.

Pomodoro la Passata - http://cucinainmusica.blogspot.com
Mentre i filetti di pomodori li sistemiamo già nel vasi: mettendo sul fondo 1 foglia di basilico, poi aggiungiamo i filetti fino a riempirli, mettiamo, in cima al vaso, ancora del basilico ed 1 cucchiaio di olio d'oliva, poi tappiamo i vasetti che ora sono pronti per la sterilizzazione.

Quando la salsa è pronta la invasiamo, a caldo, mettiamo sempre del basilico nel vasi sia sul fondo che in cima e aggiungiamo l'olio d'oliva.

Sterilizzazione
Occorre una pentola grande a sufficienza per contenerli, mettere sul fondo un canovaccio di cotone, per attutire i colpi fra i vasi, mente l'acqua bolle, adagiarvi i vasetti e separarli, fra loro, sempre con dei canovacci, aggiungere dell'acqua già calda (per evitare lo shock termico) fino a ricoprirli e portare ad ebollizione per almeno trenta minuti, poi farli raffreddare nella loro acqua.

Verificare la tenuta della capsula di chiusura, poi capovolgerli sul lavello di cucina e farli raffreddare completamente prima di etichettarli e conservarli (1 anno) al riparo dalla luce.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...