mercoledì 28 dicembre 2011

Pasta ai Formaggi

Pasta ai Formaggi - http://cucinainmusica.blogspot.com/
E' un primo piatto molto nutriente, l'ideale per smaltire degli avanzi di formaggio.

Ingredienti considerando 3 porzioni

210 g di pasta bianca o integrale (qui ho usato i sedani della Misura)
1 bicchiere di latte
sale e pepe
200 g di formaggi misti di cui Parmigiano e Gorgonzola come base,
e altri formaggi da fondere a nostra scelta (qui abbiamo aggiunto Emmental, Gruyere, Mozzarella, Formaggio di Capra fresco, Provola dolce, Crescenza, tutti a piccoli pezzettini).

Variante per il Top
2 funghi porcini (anche congelati)
un rametto di prezzemolo fresco
una noce di burro
uno spicchio di aglio
Saltellare per pochi minuti in padella e guarnire il nostro piatto di pasta ai formaggi.

Preparazione:

Tagliare i formaggi: quelli morbidi a pezzi grossolani, quelli stagionati grattugiati o tagliati a Julienne. Mettere il latte in una pentola e aggiungere i formaggi tagliati per farli ammorbidire, nel frattempo mettere a cuocere la pasta tenendola un pochino al dente (un minuto in meno è sufficiente).

Poco prima di scolare la pasta sciogliere i formaggi, poi aggiungere la pasta e continuare la cottura per un minuto, girare bene perché il formaggio tende a rapprendersi subito.


Ricetta di Horas

venerdì 16 dicembre 2011

Biscotti pistacchio, mandorle e cioccolato bianco

Biscotti pistacchio, mandorle e cioccolato bianco - http://cucinainmusica.blogspot.com/

Dolcetti fatti con pistacchio e mandorle, guarniti con cioccolato bianco e mandorle e pistacchi e perline di zucchero. Questa ricetta ha la stessa lavorazione di questo Post e di questo.
Questo quantitativo rende circa 40 biscotti e 20 dolcetti.

Ingredienti
150 grammi di farina 00 (per dolci)
100 grammi di pistacchio tritate finemente
50 grammi di mandorle tritate finemente
125 g di burro
100 grammi di zucchero a velo (*)
Vaniglia estratto (vanillina in polvere)
1 tuorlo d'uovo medio
(*) o zucchero semolato passato al mixer

Copertura e guarnizione
15 pistacchi divisi in due
10 mandorle pelate divise in due
60 perline argentate
100 g di cioccolato fondente
8 g di burro
100 g circa di miele
1 cucchiaino di acqua di fiori d'arancio

Preparazione:
In una scodella mettere farina, zucchero, noci, mandorle, vaniglia, aggiungere il burro a pezzetti piccoli, e amalgamare in un impasto sabbioso. Aggiungere il tuorlo d'uovo (di norma uno è sufficiente). Chiudere in pellicola e mettere in frigorifero per almeno 1 ora.

Stendere la pasta mettendola sopra ad un foglio di pellicola o carta forno e nei fianchi due spiedini di legno (di media misura) per fare da guida, coprire con altra pellicola e stendere con il mattarello fino ad uniformare l'impasto, allineandolo con gli spiedini (o altro a nostra scelta, anche gli stecchini cinesi per esempio). Con una formina creare i tagli e allinearli sulla placca del forno coperta da carta-forno.

Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 14 minuti circa, sorvegliare attentamente poiché il tempo è in stretta relazione con il diametro e lo spessore dei biscotti.

I dolci saranno uniti in coppia, usando come collante del miele da stendere sul retro di un biscotto, ne serve un cucchiaino, poi unire e mettere su una griglia ad asciugare.

Sciogliere a bagnomaria o al microonde il cioccolato con il burro, amalgamare bene e metterne un cucchiaino sopra ad ogni coppia di biscotti, poi aggiungere la guarnizione di mezzi pistacchi, le mezze mandorle e i confettini argentati.

Diluire 2 cucchiai di miele con 1 cucchiaino di acqua di fiori d'arancio e spennellare sopra al biscotto già guarnito (usare un pennellino) per lucidarli.


Biscotti nocciole, mandorle e cioccolato bianco

Biscotti nocciole, mandorle e cioccolato bianco - http://cucinainmusica.blogspot.com/
Dolcetti fatti con nocciole e mandorle, guarniti con cioccolato bianco e granella di nocciole. Questa ricetta prende lo spunto da questo Post.

Questo quantitativo rende circa 26 biscotti e 13 dolcetti.

Ingredienti
150 grammi di farina 00 (per dolci)
100 grammi di nocciole tritate finemente
50 grammi di mandorle tritate finemente
125 g di burro
100 grammi di zucchero a velo (*)
Vaniglia estratto (vanillina in polvere)
1 tuorlo d'uovo medio
(*) o zucchero semolato passato al mixer

Copertura e guarnizione
50 g circa granella di nocciole per guarnire, ½ cucchiaino per ogni dolcetto
100 g di cioccolato fondente
8 g di burro
100 g circa di miele
1 cucchiaino di acqua di fiori d'arancio

Preparazione:
In una scodella mettere farina, zucchero, noci, mandorle, vaniglia, aggiungere il burro a pezzetti piccoli, e amalgamare in un impasto sabbioso.
Aggiungere il tuorlo d'uovo (di norma uno è sufficiente).
Chiudere in pellicola e mettere in frigorifero per almeno 1 ora.

Stendere la pasta mettendola sopra ad un foglio di pellicola o carta forno e nei fianchi due spiedini di legno (di media misura) per fare da guida, coprire con altra pellicola e stendere con il mattarello fino ad uniformare l'impasto, allineandolo con gli spiedini (o altro a nostra scelta, anche gli stecchini cinesi per esempio). Con una formina creare i tagli e allinearli sulla placca del forno coperta da carta-forno.

Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 14 minuti circa, sorvegliare attentamente poiché il tempo è in stretta relazione con il diametro e lo spessore dei biscotti.

I dolci saranno uniti in coppia, usando come collante del miele da stendere sul retro di un biscotto, ne serve un cucchiaino, poi unire e mettere su una griglia ad asciugare.

Volendo è possibile lucidare la granella di nocciole diluendo 2 cucchiai di miele con 1 cucchiaino di acqua di fiori d'arancio e immergendovi la granella di nocciole prima di spargerla sui biscotti.

Sciogliere a bagnomaria o al microonde il cioccolato con il burro, amalgamare bene e metterne un cucchiaino sopra ad ogni coppia di biscotti. Qui ho usato una formina per biscotti a forma di cuore, mettere mezzo cucchiaino di granella di noci e pareggiare premendo con un dito per farla aderire al cioccolato fuso, poi mettere ad asciugare.

giovedì 15 dicembre 2011

Biscotti noci, mandorle e cioccolato

Biscotti noci, mandorle e cioccolato - http://cucinainmusica.blogspot.com/
Ecco dei gradevoli pasticcini formati da due biscotti “uniti con il miele”.

Questo quantitativo rende circa 30 biscotti per formare 15 dolcetti.

Ingredienti
150 grammi di farina 00 (per dolci)
100 grammi di noci tritate finemente
50 grammi di mandorle tritate finemente
125 g di burro
100 grammi di zucchero a velo (*)
Vaniglia estratto (vanillina in polvere)
1 tuorlo d'uovo medio
(*) o zucchero semolato passato al mixer

Copertura e guarnizione
mezzi gherigli di noci per guarnire, 1 per ogni biscotto
100 g di cioccolato fondente
10 g di burro
100 g di miele
1 cucchiaino di acqua di fiori d'arancio

Preparazione:
In una scodella mettere farina, zucchero, noci, mandorle, vaniglia, aggiungere il burro a pezzetti piccoli, e amalgamare in un impasto sabbioso.

Aggiungere il tuorlo d'uovo (di norma 1 basta ma se l'impasto risulta troppo secco aggiungerne ancora un pochino).

Chiudere in pellicola e mettere in frigorifero per almeno 1 ora.

Stendere la pasta mettendola sopra ad un foglio di pellicola o carta forno e d ai fianchi due spiedini di legno (di media misura) per fare da guida, coprire con altra pellicola e stendere con il mattarello fino ad uniformare l'impasto, allineandolo con gli spiedini (o altro a nostra scelta, anche le posate cinesi per esempio).

Con una formina creare i tagli e allinearli sulla placca del forno coperta da carta-forno.

Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 14 minuti circa, sorvegliare attentamente poiché il tempo è in stretta relazione con il diametro e lo spessore dei biscotti.

I dolci saranno uniti in coppia, usando come collante del miele da stendere sul retro di un biscotto, poi unire e mettere su una griglia ad asciugare.

Diluire 2 cucchiai di miele con 1 cucchiaino di acqua di fiori d'arancio e immergervi i mezzi gherigli di noce per lucidarli.

Sciogliere al microonde il cioccolato con il burro, amalgamare bene e metterne un cucchiaino sopra ad ogni coppia di biscotti, poi appoggiarvi 1 gheriglio di noce e far asciugare.

lunedì 12 dicembre 2011

Biscotti craquelé limone e mandorle


Biscotti craquelé limone e mandorle - http://cucinainmusica.blogspo.com

E' un'altra ricetta per l'utilizzo dell'albume (bianco d'uovo) che prende spunto dai pasticcini Algerini alle mandorle (qui il Post).


Ingredienti
200 g di mandorle macinate
120 g di zucchero a velo (*)
32 g di albume (circa 1 o 2)
1 limone usiamo sia il succo che le zeste
70 g di farina 00 (per dolci)
½ bustina di lievito per dolci
1 cucchiaio di colorante giallo
100 g circa di zucchero a velo per guarnire

(*)o zucchero semolato passato al mixer con 1 bustina di vanillina in polvere)


Preparazione:

Nel mixer passare le zeste con un pochino di zucchero fino a polverizzarle.

In una scodella, unirli alle mandorle il resto dello zucchero a velo e mescolare insieme, poi aggiungere il colorante con il succo di limone. Battere leggermente il bianco d'uovo, e unirlo agli ingredienti.

Impastare per uniformare gli ingredienti e il colorante.

Su di un tagliere mettere due cucchiai di zucchero a velo e appoggiarvi parte dell'impasto, con la spatola rigirarlo nello zucchero e stenderlo a bastone.

Tagliarlo a pezzetti (come si fa per gli gnocchi) di circa 3 cm e, con le dita zuccherate, schiacciarli con le dita zuccherate per non farli appiccicare, formando, con pollice e indice,un disegno.

Mettere s u una placca del forno foderata con carta-forno e cuocere per 25 minuti in forno ventilato, preriscaldato a 160°C. Se restano chiari rimangono più morbidi altrimenti se scuriscono diventano più duri.

Nota: La stessa ricetta è valida per i biscotti all'arancia, occorre sostituire il limone con 1 arancia, e il suo succo ed il colorante giallo con quello arancione, il resto del procedimento è lo stesso.

sabato 10 dicembre 2011

Cannelloni con Crema di Zucca

Cannelloni con Crema di Zucca - http://cucinainmusica.blogspot.com/
Questa preparazione è deliziosa e , rispetto alla ricetta originale (*), l'unica modifica che consiglio vivamente è di non usare il lardo ma di sostituirlo con 50 g di prosciutto crudo o speck; nei banchi dei nostri supermercati troviamo spesso le rimanenze a pezzo intero (peraltro sono venduti sottocosto solo perché non sono più agganciabili dall'affettatrice) e sono ottimi per questo uso.

Ingredienti 

Pasta Fresca per 12 Cannelloni da 12 x15 cm circa
160 g di Semola di grano duro rimacinata
1 uovo medio
1 bianco d'uovo (facoltativo, sostituibile con acqua)
1 cucchiaio di olio
2 cucchiai di acqua tiepida
Per la preparazione della pasta fresca vedere questo Post ed anche questo.
Naturalmente va benissimo anche quella già pronta sia fresca che secca.

Ripieno
500 g di zucca già pulita
150 g di ricotta
30 g di parmigiano
noce moscata
sale e pepe

Condimento
70 g di parmigiano
6 cucchiai di latte
40 g di burro ammorbidito
e per il Top
100 g di lardo (sostituire con 50 g di prosciutto crudo o speck)
3 amaretti sbriciolati
2-3 rametti di timo fresco (o secco)

Preparazione del Ripieno
Cuocere la zucca al forno a 200°C per 20 minuti e poi schiacciarla con la forchetta. Metterla a sgocciolare, per far perdere la sua acqua, su di un colino (per 1 oretta circa). Insaporire con la ricotta, 30 g di formaggio grattugiato il sale e pepe e la noce moscata.

Cottura della pasta

In abbondante acqua salata, nella quale abbiamo aggiunto 1 cucchiaio di olio, diamo una pre-cottura alla pasta, il tempo varia a seconda dello spessore della sfoglia da 4 a 7 minuti circa, poi finirà la sua cottura in forno.  A parte preparare un contenitore con dell'acqua fredda nella quale trasferiremo la pasta appena cotta e scolata, la giriamo per farla raffreddare e la stendiamo sopra ad un canovaccio di cucina in attesa di farcirla.

Preparazione dei cannelloni

Suddividere il ripieno in 12 porzioni, io ho fatto dei tagli nell'impasto come per le fette della torta così da avere porzioni uguali. Distribuire il ripieno sul lato corto della pasta e rotolare fino a chiudere. Allineare i cannelloni in una pirofila che avremo imburrato, facendo un solo strato.

Preparare il condimento da mettere sopra ai cannelloni prima di cuocerli.

In una scodella unire i 70 g di formaggio parmigiano, il latte e il burro ammorbidito, miscelare e stendere sopra ai cannelloni, poi infornare,con forno ventilato, preriscaldato a 180°C, per 30-40 minuti.

Cinque minuti prima del termine della cottura tritare il lardo (o meglio il prosciutto crudo o lo speck) le foglioline di timo fresco e far rosolare in un tegame, aggiungere poi gli amaretti sbriciolati grossolanamente e quando sono amalgamati, cospargerli sul Top della nostra teglia di cannelloni e servire caldi.

Fonte: Il meglio di Sale & Pepe – Ed. Mondadori Pasta Fresca e Ripiena (*) Cannelloni con crema di zucca - pg 98

giovedì 8 dicembre 2011

Biscotti ai Fichi

Biscotti ai Fichi - http://cucinainmusica.blogspot.com/

Sono una tradizione del Massachusetts noti con il nome di NEWTONS FIG.

Pasta:
150 g di di burro ammorbidito
150 g di zucchero semolato
1 uovo grande
1 tuorlo d'uovo
1 pizzico di sale
480 g di farina 00 ( o 500 + 2 cucchiai di acqua)
½ bustina di lievito secco (facoltativo)

Ripieno:
300 g di fichi secchi (sostituibili anche con albicocche o datteri)
160 g/ml di acqua (*) 
100 g di zucchero semolato
40 di zucchero di canna grezzo
1 cucchiaino di vaniglia liquida (o 1 bustina di vanillina)
1 arancia scorza e succo +/-60 g di spremuta d'arancia
(*) 160 di acqua e 60 g di succo per un totale di 220 g/ml totali di liquidi

Pasta: per la lavorazione uso il KitchenAid con la pala a foglia.
1- Mettere il burro e lo zucchero nella ciotola del mixer e battere fino a quando diventa cremoso e soffice. Unire l'uovo, incorporare, unire anche il tuorlo d'uovo e amalgamare bene.
2- Incorporare la farina con il sale, unendola a cucchiaiate, poco per volta.
3- Appiattire l'impasto in un rettangolo e avvolgerlo nella pellicola. Mettere in frigorifero per qualche ora per farlo raffreddare bene prima di stenderlo. Tenere conto che l'impasto è piuttosto sodo, se lo è troppo aggiungere 1 cucchiaio di acqua.

Ripieno:
a- Togliere il peduncolo dei fichi e tagliarli in quattro parti.
b- Preparare le zeste e metterle nel mixer con i fichi, unire il succo dell'arancia e macinare il composto.
c- Mettere il composto di fichi macinati in una pentola dove abbiamo già messo l'acqua e lo zucchero e portare ad ebollizione, finché non si addensa, per una decina di minuti, girare sempre perché tende ad attaccarsi al fondo del tegame. Far raffreddare e conservare in frigorifero fino al suo uso.

Biscotti ai Fichi - http://cucinainmusica.blogspot.com/
Preparazione dei biscotti:
Mettere sul tavolo un foglio di pellicola (o di carta forno) e stendere l'impasto in un rettangolo che non sia più grande della misura della larghezza della nostra leccarda da forno.

Dividere l'impasto a metà e mettere una striscia di ripieno da un lato , farlo anche sulla seconda meta e poi, aiutandosi con la pellicola alzare il composto e arrotolare su se stesso fino a chiudere.

Trasferire nella teglia del forno che abbiamo già preriscaldato a 180°C e cuociamo per 25 minuti.

Farli raffreddare qualche ora e poi tagliare a fette larghe da 1 circa 3 cm e far asciugare. Cospargere con zucchero a velo.  

mercoledì 7 dicembre 2011

Biscotti craquelé alle mandorle

Biscotti craquelé alle mandorle - http://cucinainmusica.blogspot.com/
E' una ricetta relativamente facile e consente l'utilizzo dell'albume (bianco d'uovo) che in questi giorni, con la preparazione dei “grandi lievitati”, come Panettoni e Pandori o Focaccia Veneziana, avanzano in abbondanza.


Questi dolcetti alle mandole, sono una tradizione della pasticceria Algerina (MECHKOUK), il loro nome in arabo significa incrinato, screpolato.

Ingredienti
500 g di mandorle macinate
300 g di zucchero a velo (*)
130 g di albumi (circa 3 o 4)
150 g circa di zucchero a velo per guarnire

(*) oppure usare zucchero semolato passato al mixer con 1 bustina di vanillina in polvere

Colorante alimentare e aromi
1 cucchiaio da tavola (di quello scelto)
1 cucchiaio da tavola di estratto di mandorle amare

Decorazione
mandorle intere o in scaglie
zucchero a velo

Nota su coloranti alimentari, aromi e abbinamenti consigliati:
Biscotto Rosa: colorante rosa ed estratto di fragola (o lampone).
Biscotto Verde: colorante verde più estratto di pistacchio.
Biscotto Giallo: colorante giallo ed estratto di limone (o banana).
Oppure Biscotto giallo con zeste di limone o arancione con zeste di arancia

Preparazione:

In una scodella, unire alle mandorle lo zucchero a velo e mescolare insieme, poi aggiungere l'estratto scelto e il colorante. Battere leggermente il bianco d'uovo, e unirlo agli ingredienti.

Impastare per uniformare gli ingredienti e il colorante.

In una scodellina mettere lo zucchero a velo e prendere una porzione di impasto grande quanto una noce, arrotolarlo nello zucchero e poi arrotondarlo nelle mani sporcate con lo zucchero per non farlo appiccicare.

Premere leggermente nel mezzo e infilarvi una mandorla (o mezza, oppure le scaglie di mandorla)

Quelli rosa li ho prepararti stendendo l'impasto su di un tagliere con dello zucchero a velo e arrotolati formando un bastone (come si fa per gli gnocchi), tagliati a pezzettini di circa 3 cm e, con le dita zuccherate, schiacciati dai due lati opposti (pollice e indice) per formare un disegno.

Mettere s u una placca del forno foderata con carta-forno e cuocere per 15 minuti in forno ventilato, preriscaldato a 160°C.

sabato 3 dicembre 2011

Crostata e confettura d'uva

Crostata e confettura d'uva - http://cucinainmusica.blogspot.com/
Abbiamo preparato una buonissima confettura e gelée d'uva con un misto di uve, bianca e rossa, e l'abbiamo usata anche per farcire questa torta.

L'uva l'abbiamo aperta in due e privata dei semini, è stata l'operazione più lunga da fare, poi per accelerare il processo di cottura siamo ricorsi al Fruttapec 2:1 (1 busta per 1 kg di frutta, 500 g di zucchero), e solo 3 minuti di cottura.

Ingredienti ricetta base
250 g di farina 00
50 g di maizena
100 g di zucchero semolato
100 g di burro a dadini (oppure 70 g di burro e 30 g di margarina)
½ bustina lievito
1 pizzico di sale
la buccia grattugiata di un limone
2 uova

Preparazione
1) Mescolare insieme tutto ciò che è solido: farina, zucchero, lievito, sale.
2) Aggiungere il burro a pezzetti e lavorarlo, molto velocemente, sino ad amalgamarlo con il resto della farina. Prima uso il pastry blender, e quando il burro si è sbriciolato nella farina, utilizzo la spatola in silicone, o paletta flessibile, e schiaccio, trascinando sul tagliere, l'impasto. In pratica appoggio sopra ad una piccola parte di composto la paletta flessibile e tiro per stenderlo, fino a quando il burro si è spalmato nella farina, poi lo raccolgo e continuo fino a finire.
3) Raggruppare tutto il composto, praticare un buco nel centro e rompervi le uova, batterle leggermente per romperle e amalgamare con il resto dell'impasto.
4) Chiudere in pellicola e mettere in frigorifero a raffreddare, circa 30 minuti (o freezer per 10).
5) Stendere l’impasto nella forma voluta: torta o tartine, e farcire con la marmellata.

Cottura
Mettere in forno a 195° C per 25-30 minuti in posizione forno medio.

giovedì 1 dicembre 2011

Focaccia Veneziana

Focaccia Veneziana - http://cucinainmusica.blogspot.com/

Una focaccia molto soffice, è un incrocio fra il Panettone e il Pandoro e la sua bassa quantità di burro ne fa un dolce molto leggero.

Queste quantità danno un dolce di circa 1,300 Kg (o 2 più piccoli da 600 grammi).
Qui per la cottura ho utilizzato una pentola di ghisa (Lodge Dutch Ovens) , il dolce è venuto largo 25 centimetri e alto ben 24, del peso di 1,280 grammi e incredibilmente soffice.

Ingredienti e procedimento
Ingredienti (escluso quelli per il Top)
Lievito di birra 15 g, acqua tiepida 125 g, miele 1 cucchiaino, farina Manitoba 600, 4 uova medie intere, 3 rossi d'uovo, 120 g di zucchero semolato, 125 burro ammorbidito
Aromi: 1 cucchiaio di rhum, 2 cucchiaini di estratto di vaniglia (o i semi di 1 bacca oppure 1 bustina di vanillina), le zeste di 1 limone e di 2 arance (o della frutta candita fatta a pezzettini).

Procedimento
A- I° Impasto
15 g di lievito di birra da attivare con + 1 cucchiaino di miele, unire per 10 minuti poi aggiungere
125 g farina forte (ho usato la Spadoni, oppure 50% fra Farina Manitoba e Farina 00)
125 g acqua tiepida
Porre a lievitare in luogo caldo e coperto per 1 ora.

B - 2° Impasto
125 g di farina
1 uovo intero
Unire questi ingredienti all'impasto A e porre a lievitare in luogo caldo e coperto per 1 ora e mezza.

C 3° Impasto
125 g di farina
1 uovo intero
1 rosso d'uovo
30 g di zucchero
50 g di burro ammorbidito (a temperatura ambiente o microonde)
Unire questi ingredienti, incorporandoli uno alla volta e alternando le uova con la farina e lo zucchero (unirli a cucchiaiate, fino al termine) all'impasto e porre a lievitare in luogo caldo e coperto per 2 ore e mezza, deve triplicare.

D 4° Impasto – è il più difficoltoso, l'impasto deve incordare ed essere lavorato a lungo (se si lavora a mano, sbatterlo più volte sulla spianatoia per almeno 30 minuti, fino a che l'impasto non si presenterà bello lucido ed elastico) il mio è stato lavorato per 20 minuti con il KitchenAid; fare sempre la prova del velo.
Unire all'impasto C, incorporandoli uno alla volta e alternando le uova con la farina e lo zucchero:
120 g di farina
2 uova intere
2 rossi d'uovo
e 90 g di zucchero al quale abbiamo aggiunto gli aromi: 1 cucchiaio di rhum, 2 cucchiaini di estratto di vaniglia (o i semi di 1 bacca oppure 1 bustina di vanillina), le zeste di 1 limone e di 2 arance (o della frutta candita fatta a pezzettini).
Incorporare il burro, 75 g di burro ammorbidito
Unire da ultimo il resto della farina, 90 grammi, tenendone solo una parte, circa 15 g, da usare per ultimo sulla spianatoia. Incorporare poi gli 8 g di sale
Far riposare 20 minuti coperto.

Riprendere l'impasto stenderlo sulla spianatoia infarinata e dare delle pieghe all'impasto, Poi metterlo nella forma di cottura a lievitare per 3-4 ore. Va bene il forno spento con la sola luce accesa. Dopo 2 ore il mio impasto aveva già raggiunto il bordo superiore della mia pentola Duch Oven.

E – Facoltativo - per il Top - Preparare una glassa con:
70 g di bianco d'uovo (mi piace con l'uovo montato a neve che fa una crosticina schiumosa), 75 g di farina di mandorle, 200 g di zucchero, 12 g di farina 00, 4 g di Maizena, ½ fialetta di aroma di mandorle amare, da unire in piccola parte sull'impasto prima dell'ultima lievitazione, per tenerlo umido e, il resto, sulla sommità del dolce 10 minuti prima della fine della cottura.

Cottura a 190°C, ventilato, per 20 minuti e poi abbassare a 160°C per altri 20 minuti. Fare la prova stecchino.

L'impasto cresce molto pertanto occorrono degli accorgimenti per un forno come il mio che irraggia il caldo dall'alto:
a) – mettere la pentola con l'impasto sulla prima griglia posta in basso
b) – mettere una griglia foderata con un foglio di alluminio in alto subito sotto alla serpentina del forno per evitare che il Top del dolce, crescendo molto si bruci, oppure coprire a metà cottura sempre con un foglio di stagnola.

Nota: possiamo unire gli aromi allo zucchero (90 g) anche una notte prima del loro uso per potenziarne il profumo ed il sapore.

Fonti ispiratrici link :
La Fugassa de Carlo: http://www.gennarino.org/forum/viewtopic.php?t=869/
Paoletta: http://aniceecannella.blogspot.com/2010/03/la-fugassa-veneta.html/
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...