giovedì 14 giugno 2012

Petto di Tacchino in Crosta di Cannella

Petto di Tacchino in Crosta di Cannella - http://cucinainmusica.blogspot.com/

Una ricetta che prevede una cottura al fornello, fatta a fuoco bassissimo, e protratta per 50 – 60 minuti; in alternativa si può cuocere al forno, coprendo sempre la carne, per 35 – 40 minuti.
L'ingrediente principe è la cannella (Cinnamomum zeylanicum) dal sapore fra il piccante e il dolce, una spezia veramente molto interessante e ricca di proprietà.

Ingredienti per 8 – 10 porzioni
1 kg circa di petto di tacchino
4 - 5 carote per steccare la carne
1 cucchiaio di cannella (in origine 2)
2 cucchiai di farina
1 spicchio di aglio o 1 pizzico in polvere (in origine 3 o 5 per me sono troppi!)
1/2 cucchiaino di sale fino e 1 pizzico di pepe
1/2 bicchiere di olio extra vergine di oliva
1/2 bottiglia di spumante secco di qualità (o vino bianco con poco brandy)
1 mazzetto di dragoncello fresco tritato

Procedimento
Steccare la carne con le carote (fare un taglio profondo con un coltello stretto e infilarle dopo averle cosparse di poco sale fino).

Preparare una crema con l'aglio schiacciato (eliminare il germoglio) mescolato a sale fino e pepe e farne una crema, lavorandola con il coltello, con la quale massaggiare tutta la carne.

Mescolare la farina con la cannella e cospargere tutta la carne (la farina in eccedenza verrà poi mescolata con l'olio d'oliva e aggiunta in cottura).

Scaldare una padella antiaderente e cuocere a secco (senza grassi) la carne; occorre far tostare la farina con cannella per farla aderire alla carne così da formare una crosta, girare la carne da tutti i lati e, mentre lo facciamo, teniamo il fuoco basso per non scottarci.

Quando l'esterno diventa tutto color ambrato mettiamo il vino bianco e facciamo sfumare per qualche minuto, aggiungiamo l'olio con la farina che abbiamo recuperato in precedenza e copriamo la carne portando a cottura su fuoco bassissimo; serviranno dai 50 minuti ad 1 ora (più per le carote che per la carne, infatti con meno tempo le carote restano piuttosto durette).

Durante la cottura verificare che non manchi il liquido e girare la carne ogni tanto.

A cottura terminata togliere la carne e, al fondo, aggiungere il trito di dragoncello fresco (se il sughetto è troppo asciutto allungare con acqua).

2 commenti:

Azzurra ha detto...

Ricetta semplice e sana. Mi chiedo perchè IO pur sapendo le proprietà benefiche delle spezie le usi così poco, e dire che mi piacciono tutte!
Il guaio è che altri elemnti della famiglia storcono il naso. ahaahahah

sississima ha detto...

con la cannella? Buona, mi ispira, un abbraccio SILVIA

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...