sabato 1 novembre 2014

Tagliatelle alla Curcuma con Funghi Porcini, profumate al Tartufo

Questa pietanza è deliziosa, appaga il palato senza svuotare il portafoglio ...!

 

Pasta fresca alla curcuma – 3 porzioni
170 g di farina di semola rimacinata
30 g di farina 0 Manitoba (o 200 g farina di semola)
2 uova medie
1 cucchiaio olio oliva
1 pizzico di sale
½ cucchiaino da thè di curcuma

Stesa con il K-Aid fino al n. 5, poi tagliata con apposito accessorio per tagliatelle.
A mano infarinare leggermente, arrotolare e tagliare a misura con un coltello ben affilato.
Cottura circa 7 minuti + 1 minuto in padella con il condimento


Condimento
1 fungo porcino fresco, di medie dimensioni (ma anche congelato), circa 100 grammi a persona
1 cucchiaio di olio
1 noce di burro
1 cipollotto nuovo, solo la parte bianca, a rondelline
1 spicchio aglio in camicia, schiacciato
1 cucchiaino di prezzemolo fresco tritato
2 cucchiai di panna da cucina (o 1 cucchiaio di farina e 2 di latte)
½ cubetto di dado ai funghi (uso Knorr) sciolto con 1 cucchiaio di acqua
1 cucchiaino da thè di olio al tartufo (o tartufo fresco grattato) (*)
qb di sale e pepe
½ bicchiere di vino bianco


Varianti: possiamo incrementare la quantità di funghi unendo alcuni funghi champignon (uso il tipo marroncino che ha più gusto) e utilizzare una piccola parte di funghi secchi ammollati per 1 oretta in acqua, questo per esaltare sia il sapore che il profumo di funghi.

(*) Ho usato olio al tartufo bianco in olio extravergine d'oliva prodotto da Bartolini Emilio ARRONE (è  un regalo inserito in un cesto di Natale).

Preparazione

Far soffriggere nel condimento fatto con olio e burro, il cipollotto con lo spicchio di aglio che leveremo non appena avrà dato il suo profumo, Aggiungiamo poi i funghi, per prima i gambi e poi le cappelle, tagliuzzati a pezzettoni, aggiustiamo di sale e pepe e li facciamo saltare finché non sono cotti, sfumiamo con del vino bianco.. Facciamo rosolare per qualche minuto uniamo la panna (o farina e latte), il dado sciolto, amalgamiamo, uniamo la pasta già cotta molto al dente, e cuociamo insieme per 1 minuto, condiamo con l'olio di tartufo (per chi se lo può permettere mettiamo una bella grattata di tartufo fresco) e il prezzemolo e serviamo con una spolverata di formaggio parmigiano.  

sabato 18 ottobre 2014

Crostata pere sciroppate e crema al succo di frutta



Una crostata con una base morbida e una copertura di frutta sciroppata e crema realizzata con lo stesso succo di frutta, è quasi una mousse.

Ingredienti impasto per 8-10 porzioni
3 etti farina 00
1 etto zucchero
1 etto burro a dadini
½ bustina lievito
1 pizzico di sale
½ limone usiamo la buccia grattugiata
2 uova
1 confezione da 400 g di frutta sciroppata e sgocciolata

Crema al succo di frutta
200 ml di succo di frutta
50 g di zucchero (se molto dolce anche 30 g)
20 g di amido di mais (maizena, oppure 20 di farina per dolci)


Preparazione impasto
Mescolare insieme tutto ciò che è solido: farina, zucchero, lievito, sale, fare un buco a fontana e mettervi al centro le uova e il burro a pezzetti e lavorarlo, molto velocemente, sino ad amalgamarlo con il resto della farina.

Porre 30 minuti in frigorifero, mettere anche la teglia imburrata e infarinata.

Stendere l’impasto sul fondo e nel bordo, distribuire a giro la frutta, fare degli spicchi, versarci sopra la crema e livellare. Se avanza dell'impasto possiamo realizzare dei decori da distribuire sulla superficie.

Cuocere in forno preriscaldato a 195° C – ventilato, per circa 30 minuti o fino a doratura dell'impasto.

Far raffreddare in teglia prima di sformare, conservare in frigorifero.

A piacere possiamo guarnire con ciuffi di panna montata.


Preparazione crema

Sciogliere in poco liquido l'amido eliminando eventuali grumi, diluire con il resto del succo e portare a cottura, basta 1 minuto dal bollore per l'amido (se usiamo la farina 3 minuti), poi mettere da parte.

mercoledì 27 agosto 2014

Aceto di Fragole, vinegrette o salsa e carpaccio di zucchine e carne


Possiamo sostituire le fragole con un altro frutto come lamponi o more.

Utilizzare questo aceto fruttato per insalate o come ingrediente base per insaporire condimenti o salse. Si prepara in 5 minuti, più 2 giorni minimo di macerazione, io faccio 2 settimane, poi lo filtro e conservo al buio.
La ricetta (da Jamie Oliver -thriftyfoods/Uk) prevede: 1 lb di fragole, 3 cups di aceto di sidro di mele, 1/4 di cups di zucchero semolato.

L'indicazione è di consumarlo nei sei mesi successivi alla preparazione; ho preparato il primo, alle fragole, il 2 agosto 2013 ed era ancora perfetto a distanza di 1 anno, conservato in bottiglia di vetro e riposto al buio!
La differenza è nel colore, appena fatto è più chiaro, se stagionato solo 2 giorni, e molto delicato, altrimenti si rafforza nel sapore ed invecchiando si scurisce. Delicato e buono sia su carpaccio di carne o pesce che di verdure.

Ingredienti per 1 litro di aceto
450 g circa di fragole, lavate, asciugate e tagliate in 2 – 3 pezzi (*)
700 g/ml di aceto di mele (3 cups)
50 g di zucchero semolato (¼ di cup)

Preparazione
Mettere le fragole in una ciotola resistente al calore. Mettere l'aceto e lo zucchero in una pentola (non di alluminio), portare a ebollizione e poi versate immediatamente sopra le fragole.

Quando raffredda a temperatura ambiente, coprire e lasciar macerare le fragole a temperatura ambiente per 2 giorni (io ho fatto 2 settimane). Dopo 2 giorni filtrate il composto.

Trasferire in un recipiente sterilizzato con un coperchio a chiusura ermetica. Etichetta, la data e conservare l'aceto in un luogo buio e fresco per un massimo di 6 mesi.


Come usarlo: Utilizzare questo aceto per fare una vinaigrette o un  condimento più cremoso per l'insalata.


Per fare la vinaigrette, unire
3 cucchiai di aceto di fragole
1 cucchiaino di Senape di Digione
1 cucchiaio di miele
1/2 cucchiaino di dragoncello secco
sale e pepe nero appena macinato a piacere

Unire in una ciotola con 1/2 cup di olio di oliva e battere per emulsionare.

Per rendere il condimento per insalata più cremoso, unire
2/3 cup di maionese
3 cucchiai. aceto di fragole
2 cucchiaini di miele
1/2 cucchiaino di dragoncello secco
sale e pepe bianco a piacere.


Qui ho preparato delle zucchine



Procurarsi delle zucchine tenere e sode, pulirle e affettarle sottilmente (io uso la mandolina). Allinearle in uno scolapasta e cospargerle di sale fino, lasciarle una mezzora. Poi sciacquarle e asciugarle con un panno. Allinearle i un piatto di servizio e condire a piacere; qui con formaggio parmigiano, erba cipolina, vinaigrette alle fragole e qualche fragola. Mettere in frigorifero fino al momento di consumarle per farle insaporire.





E qui del Carpaccio di carne, che è condito con aceto alla frutta, ho usato i Lamponi

Per i tagli di carne possiamo usare: filetto, contro filetto, girello o noce di manzo
Come condimento, per la vinaigrette, uniamo:
3 cucchiai di aceto di lamponi ( o fragole)
1/2 cucchiaino di Senape
1 cucchiaino di miele
1/2 cucchiaino di dragoncello secco
il succo e la scorza grattugiata di mezzo limone
qualche filo di erba cipollina
qualche rametto di prezzemolo
sale e pepe(o peperoncino) a piacere
6 cucchiai di olio di oliva


Condire la carne allineata su di un vassoio e far riposare in frigorifero per mezzora.
Prima di servire in tavola, cospargere la carne condita con foglie di rucola, scaglie di formaggio parmigiano, dei pomodorini ciliegini e qualche foglia di prezzemolo.

------------------------------------------------------------------------
Altre ricette per aceti aromatici, idee per il fai-da-te da AlessandraCaméra  Bio Blogger Agronoma.

Ecco alcune ricette per aceti aromatici veramente gustosi:
- Aceto Mediterraneo: 1 litro di aceto di vino bianco, 6 foglie di menta, 10 di basilico, 6 rametti di erba cipollina, 3 di prezzemolo, 1 spicchio d’aglio e 5 grani di pepe bianco, un cucchiaino di sale grosso. Immergete nell’aceto a temperatura ambiente tutti gli ingredienti, tappate e lasciate riposare per 8-12 ore. Filtrate quindi l’aceto è consumate dopo altre 24 ore.
- Aceto esotico: 1 litro di di aceto di vino rosso, 3 frutti di anice stellato, 10 foglie di menta piperita. Lasciare macerare menta e anice con l’aceto per circa 3 settimane, in un contenitore chiuso, ermeticamente e conservato al buio. Filtrare e consumare dopo almeno una settimana.
- Aceto fruttato dolce: ½ litro di aceto di vino bianco, 350 gr. di lamponi. Lasciare macerare i frutti nell’aceto per 14 giorni, filtrare quindi il liquido e conservare in luogo buio e fresco. Consumare a partire da due giorni dopo il filtraggio.
- Aceto fruttato aspro: 1 melograno grande e ben maturo, ½ litro aceto di mele. Lasciare i chicchi del melograno in infusione per 2 settimane in un contenitore chiuso ermeticamente. Si può consumare da 24 ore dopo averlo filtrato.
- Aceto alla rosa: 15 petali di rosa canina in ½ litro di aceto di mele. Lasciare in infusione per 3 settimane esponendo alla luce del sole durante il giorno. Dopo averlo filtrato e lasciato riposare alcuni giorni, si ottiene un aceto molto delicato adatto anche alle macedonie di frutta.
Gli aceti aromatizzati possono essere conservati a lungo purchè nelle condizioni di luminosità e temperatura adeguate.

Qui la realizzazione parte dallo scarto della frutta e realizza tutto in casa

(*) Magari togliere il verde dalle fragole, nella mia prima realizzazione non l'ho fatto, può renderlo più amaro.

mercoledì 20 agosto 2014

Biscotti latte condensato e cocco gli Alfajores


E' la ricetta degli Alfajores di Maizena, una ricetta molto nota in Sudamerica e Messico (con molte varianti); questa è la base da farcire poi con Dulce De Leche (latte condensato caramelizzato, una crema di latte o mou, chiamata anche arequipe) e rotolati nel cocco rapé! Questa ricetta è di Marcela Capò : Alfajores de Fécula.

Ingredienti
200 g. di burro
150 g. di zucchero
2 tuorli
1 cucchiaio da minestra di cognac (io ho messo Rum)
1 cucchiaino da thè di vaniglia liquida (o 1 bustina)
la scorza di 1 limone
200 g. di farina 00
300 g. di fecola di mais (Maizena)
2 cucchiaini di lievito in polvere (1 bustina da 16 g)

Procedimento
1. Mettere il burro e lo zucchero nel battitore e lavorarlo fino a farne una crema
2. Aggiungere i tuorli incorporandoli uno alla volta
3. Unire il liquore, la scorza di limone e l'aroma di vaniglia, mescolare bene
4. Sul tavolo di lavoro formare una corona con amido di mais, la farina e il lievito ben miscelati
5. Trasferire il composto di burro e zucchero nel centro e inglobare alla farina pizzicando burro e farina tutto intorno, lavorarlo poco con le mani per non scaldarlo troppo oppure usare una spatola o un tarocco (come per la pasta frolla)
6. Cospargere il piano di lavoro con farina e stendere l'impasto all'altezza di 0,5 cm
7. Tagliare le forme con un disco di 5 o 7 cm di diametro
8. Distribuire su una placca da forno coperta con un foglio oleato e cuocere a calore moderato per circa 10 - 15 minuti (il mio forno ha richiesto 12 minuti a 180°C)
9. Togliere dal forno e far raffreddare su una griglia.
10. Accoppiare due a due mettendo nel mezzo del ripieno di Dulce de Leche (vedere sotto per la preparazione)
11. Ripulire l'eccesso di ripieno e coprire con una spolverata di cocco rapé gli alfajores.

 
Per il Dulce De Leche utilizzare una lattina di Latte condensato e cuocerlo 3 ore in pentola normale (sempre coperto di acqua) oppure da 30 a 40 minuti in pentola a pressione (levare la carta che può tappare la valvola) raffreddare nel suo liquido e aprire solo da FREDDO! Si usa tal quale sui biscotti. Se ne avanza si può utilizzare mescolandolo a panna montata, crema pasticcera e fiordilatte per fare il gelato ... al Dulce De Leche.
Qui una spiegazione passo-passo e un altro qui in italiano da Martina.


NB.: questi biscottini possono essere felicemente contaminati con la nostra Nutella, ci sta benissimo, ma anche con una qualsiasi altra confettura; la mia poppa dice che sono buoni così tal quale!

martedì 19 agosto 2014

Risotto ai Funghi Porcini



Per comodità usiamo la pentola a pressione, segno i due modi per prepararlo.

Ingredienti per 2 porzioni
180 g di riso (uso parboiled)
30 – 40 g di funghi porcini secchi ammollati*
½ scalogno
1 spicchio di aglio
3 rametti di prezzemolo
1 cucchiaio di parmigiano reggiano
½ bicchiere circa di olio d'oliva extravergine
1 bicchiere di vino bianco (se poco alcolico uniamo 1 bicchierino di cognac)
1 litro di brodo aromatizzato che prepariamo noi


Prepariamo prima il brodo aromatizzato come segue:
mettiamo a bollire 1 litro di acqua con: 1 foglia di alloro, ½ dado ai funghi (uso Knorr) 1 cucchiaino da thè di granulato per brodo vegetale, 1 pizzico di sale ed un misto di spezie fatto con: basilico, prezzemolo, erba cipollina, timo, rosmarino, salvia (vanno bene sia fresche che secche).

Mettiamo i funghi porcini secchi ad ammollare in acqua tiepida per un oretta, dopo averli sciacquati sotto ad un getto di acqua per eliminare eventuale terra rimasta. Li strizziamo e usiamo l'acqua con il brodo per la cottura del risotto.

Se usiamo funghi freschi raschiamo la terra e li passiamo molto velocemente sotto ad un getto di acqua corrente, poi li asciughiamo con un foglio di carta e procediamo come per il resto.

Cottura funghi: li tagliamo grossolanamente e li facciamo saltare in padella con 1 spicchio di aglio per 2 minuti e li mettiamo da parte in un piatto.

Nello stesso tegame facciamo tostare il riso: mettiamo 1 cucchiaio di olio d'oliva, ½ scalogno tritato finemente e farlo dorare, unire il riso e farlo tostare per 2 minuti, coprire con 2 mestoli di brodo bollente e cuocere ancora 2 – 3 minuti.

  1. Pentola a pressione: a questo punto lo trasferiamo di pentola e uniamo 2 mestoli di brodo, portiamo a cottura, servono 4 - 5 minuti,poi trasferiamo il riso nella padella per terminare la cottura con i funghi.
  2. Cottura in pentola: continuiamo la cottura per altri 15 – 18 minuti, aggiungendo sempre del brodo appena si riduce.

Quando il riso è quasi cotto lo uniamo in padella con 1 cucchiaio di olio, i funghi che abbiamo trifolato, 1 cucchiaio di formaggio parmigiano, il prezzemolo tritato e cuociamo insieme per 1 minuto, poi spegniamo il fuoco e lasciamo mantecare (riposare) per 2 minuti prima di servirlo.


Ricetta di Horas  

lunedì 14 luglio 2014

TORTA GELATO AI FRUTTI DI BOSCO

Torta gelato ai frutti di bosco, con fragole mirtilli lamponi more ribes.

Questo è un "fresco suggerimento"!

La base è pan di spagna imbevuto di sciroppo allo zucchero.
Segue uno strato di gelato alla panna ed a coprire uno strato di gelato ai frutti di bosco.

Ovviamente tanti bei frutti di bosco per guarnire.


In una  caldissima estate niente è più rinfrescante di una bellissima e buonissima torta gelato, ancora meglio se il gelato proviene dalla più famosa gelateria della città, ed è sufficiente montarlo a strati e, se l'occasione si presenta .... (Buon compleanno Horas!) ...... si coglie al volo!

Per montare il dolce è utile questo video: Video Torta Gelato





Tag: torta gelato frutti di bosco fragole mirtilli lamponi more ribes compleanno gelato alla panna gelato ai frutti di bosco -
       ice cream cake berries strawberries blueberries raspberries blackberries currants birthday ice cream ice cream with berries
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...