domenica 17 luglio 2011

Yogurt Homemade


Yogurt Homemade - http://cucinainmusica.blogspot.com/
Yogurt Homemade, una via davvero semplice ed un ringraziamento a Francesca e Chiaretta per aver condiviso “la tecnica”, ma anche alle accurate informazioni di questi due siti: qui e qui. Sono due settimane che c'è un grande via vai, di vasetti di vetro, in frigorifero, con uno splendido yogurt!

Favorita dal fatto che vicino a casa nostra, (Parco Sud-Ovest, a Cesano Boscone (MI), abbiamo la Cascina Nuova ( a pag 80 di questa guida regionale), che vende il latte direttamente, sono partita con la produzione (oppure cercare qui). Il giro è ormai consolidato ed ho il mio bianchissimo, compattissimo e, debbo dire sempre amatissimo, yogurt bianco!


La ricetta è per la preparazione di 5 bicchieri da tavola da 200 g (ho riciclato i vasetti di vetro e coperchio, della Nutella).

Ingredienti 
1 litro di latte fresco intero e pastorizzato (pastorizzazione e sterilizzazione del latte, altro articolo qui)
1 bicchiere di yogurt della preparazione precedente (*)
(*) per la prima volta usare 1 vasetto del supermercato ma attenzione che abbia i fermenti vivi!

In alternativa alla yogurtiera possiamo utilizzare altri due metodi:

Preparazione due vie: Forno o Pentola a Pressione
Mettere a bollire il latte e raffreddarlo fino a circa 47°C e non sotto,  con lo starter si raffredda a 45°C, provare la temperatura con un termometro, deve essere poco più che tiepido. 
Upgrade del maggio 2012: metto 2 litri di latte in una pentola molto alta, imposto il tempo a 30 minuti, quando si alza la schiuma abbasso il fuoco e lascio sobbollire fino al termine del tempo. Con il termometro a sonda controllo quando la temperatura è scesa a 47°C e aggiungo i 2 vasetti di yogurt starter, mescolo e invaso (parte nella yogurtiera e parte nei vasetti di vetro che metto nel forno) dopo 6 ore è pronto bello sodo; perfetto anche per preparare dei dolci.

Se ha fatto “il velo di panna" toglierlo, metterlo in un contenitore per il mixer ad immersione con un mestolo di latte e frullare, poi unirlo di nuovo al resto; aggiungere il vasetto di yogurt che serve da “starter” girare per amalgamare (se usate l'agar agar unitelo adesso, a me non piace) e distribuire nel vasetti di vetro che lasceremo aperti.

Metodo Forno (di Chiaretta)
Oltre alla yogurtiera, ormai, uso solo questo, è più stabile e il risultato certo.
Forno in modalità statico, preriscaldato, alla temperatura di 50°C per la prima ora, poi a 45°C per altre 5 ore (in totale 6), poi trasferire in frigorifero.

Metodo Pentola a Pressione (oppure usare un capace thermos)
A me ha funzionato bene solo nella stagione estiva, poi la temperatura non tiene.
Occorre una pentola a pressione, io ne uso una da 5 litri. Per prima cosa mettere 1 litro di acqua nella pentola e portarla il pressione, al fischio del vapore spegnere e lasciarla chiusa fino al momento di mettere i vasetti dello yogurt.

Aprire la pentola a pressione, togliere l'acqua e mettere subito dentro i vasetti. Richiudere la pentola con la propria valvola e lasciare riposare per tutta la notte ( o otto ore circa). Trascorso il tempo aprire il "forno" creato, togliere gli yogurt che si saranno ben compattati, chiuderli con i loro coperchi e metterli in frigo per almeno 3 ore prima di mangiarli.



Notizie e metodi - link

1 commento:

mamma oca ha detto...

ciao giulia, buono lo yogurt fatto in casa,di solito lo faccio con la yogurtiera, ma mi piace questo sistema della pentola a pressione!!!!!!!!!!!! un abbraccio

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...